Compilation Maggio


Per favore attiva Java Script nel tuo broswere o usa un broswer diverso per vedere questo video. Puoi anche avere bisogno di questo: update your flash player.
Categoria: VideoEcoBalle | EcoBalle » 7pm - Nov 8, 2013
Video Eco-Balla n. 33. Feci di topo nell’astuccio di un bambino. Ma la scuola riapre. “Ma dove vivono questi amministratori?” (Deborah, mamma di Albano.) Questa volta ci troviamo ad Albano, proprio davanti il plesso scolastico di via Rossini, a due passi dalla palestra Mandingo e dal Tribunale di Albano, nel popoloso quartiere Miramare, dove si trova una scuola elementare e una scuola materna. Due giorni fa, difatti, bidelle e genitori hanno denunciato la presenza di topi all’interno delle aule scolastiche, con conseguente sospensione delle attività didattiche. L’allarme è scattato, per la seconda volta, la mattina di lunedì 4 novembre, poco prima del suono della campanella d’ingresso, intorno alle otto, quando alcuni operatori scolastici hanno notato la presenza dei ratti all’interno delle aule. Così, genitori, nonni e parenti, sono stati costretti a riportare i bambini a casa, con non pochi problemi per chi avrebbe dovuto, invece, andare subito a lavoro. Certo che, già alcune settimane fa, numerosi genitori avevano lamentato lo stesso problema, ovvero la presenza numerosa di topi all’interno delle aule scolastiche, e chiesto l’intervento diretto dell’amministrazione comunale, che aveva promesso un intervento risolutivo. Evidentemente così non è stato. Tra l’altro, i genitori lamentano anche che la parte del plesso scolastico corrispondente a tutta la scuola materna è costituita da una struttura pre-fabbricata, che presenta problemi di isolamento termico. Le classi, quindi, sono fredde ed umide in autunno e inverno, e calde e afose in primavera. Con problemi anche di carattere igienico-sanitario, dovuti al riscaldamento dei locali scolastici con vecchi termoconvettori, poco efficaci ed efficienti, e ad un difficoltoso ricambio d’aria. Ma, non da ultimo, con servizi igienici non accessibili ai bambini disabili e, comunque, non a norma, con strutture vecchie ed obsolete. Alcuni genitori, in ogni caso, hanno presentato alle autorità competenti, una denuncia penale per omissione d’atti d’ufficio nei confronti dell’amministrazione comunale, e in modo particolare dell’assessore competente. Il Comune, invece, ha annunciato sulla stampa che avrebbe avviato, dopo poche ore, la derattizzazione e disinfezione della scuola, con la bonifica dell’area circostante. Secondo i genitori, tutto ciò non è vero. E, del resto, le immagini del giardino intorno alla scuola parlano chiaro. Per cercare di capire meglio cosa sta succedendo abbiamo pensato, quest’oggi, di sentire due genitori, DEBORAH e GIANLUCA .

Video recenti

Commenti ai video

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

© 2012  http://www.telecountrynews.it          

  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.           
Tutti i diritti riservati          
by  http://www.pclabgenzano.it