Compilation Maggio


Per favore attiva Java Script nel tuo broswere o usa un broswer diverso per vedere questo video. Puoi anche avere bisogno di questo: update your flash player.
Categoria: VideoEcoBalle | EcoBalle » 3pm - Apr 10, 2014
Parte dal lungolago di Nemi, nei pressi di via San Nicola, poco prima dell’ex centro canoe e della rinomata “spiaggetta della fiocina”, ed arriva nel borgo storico di Nemi, a pochi passi dalla “pentima” (ndr, roccia) del piccione, vicino Castello Ruspoli, un antichissimo sentiero detto dell’eremo di San Michele. Domenica 6 aprile l’intero percorso, lungo circa 800 metri, prima impraticabile, è stato completamente ripulito e messo in sicurezza grazie al lavoro dei volontari che partecipano al progetto “La Via Verde dei Latini”. Dai Pratoni del Vivaro, dove si trovava il lago di Albalonga, l’acqua scendeva fino al lago di Nemi, alimentando l’unica e vera Sorgente della Ninfa Egeria, divinità latina delle acque e del parto. In zona vi erano straordinarie emissioni d’acqua calda, dovute all’attività vulcanica con tanto di fumarole alte decine e decine di metri, meglio conosciute come gaiser, che aumentavano il fascino e la magia del luogo. La sorgente naturale si trova a ridosso del tempio della Dea Diana, costruito dalle popolazioni latine nel 1500 a.C., fu ampliato dagli etruschi nel 500 a.C., fino a raggiungere le dimensioni colossali, per l’epoca, di oltre 4 ettari. Un luogo considerato sacro fin dall’antichità che per la maestosità e unicità delle costruzioni edificate può essere considerato come l’odierna basilica romana di San Pietro per i cristiani. Su questa scoscesa mulattiera arrivavano migliaia di donne che chiedevano alla Ninfa Egeria di partorire in apposite vasche d’acqua tiepida, o di devoti intenti a chiedere grazie o presentare offerte votive. Egeria era anche consigliera e amante di Numa Pompilio, secondo re di Roma. La legenda narra che alla sua morte pianse talmente tanto da disturbare le funzioni del tempio. Fu così che la Dea Diana la trasformò in una fonte, oggi famosa in tutto il mondo ed ancora in funzione. In seguito, le autorità militari romane trasportarono in zona IV miglio, a Roma, il simulacro della divinità con lo scopo di accentrare il potere religioso nelle proprie mani. L’acqua della vera e unica Fonte Egeria può essere attinta ancora oggi dalla fontanella pubblica presente sul lungolago di Nemi, accanto all’imbocco del sentiero. Un luogo caratterizzato da un microclima caldo-umido, con una temperatura più alta della zona circostante che ha favorito, nel corso dei secoli, le culture di fiori e, soprattutto, delle caratteristiche fragole. Un lago piccolo e riparato dai venti, per questo la superficie dell’acqua è sempre calma, tanto da enfatizzare l’impressione di grande tranquillità e, quindi, sacralità. Nasce, da qui, anche lo “speculum dianae” (ndr, specchio di Diana), la trasposizione popolare del principio magico del “come in alto così in basso”. Rispecchiando Diana, che era la luna, il lago era considerato dagli antichi latini un luogo magico di contatto tra cielo e terra. Sulla sommità del sentiero, poco prima di arrivare nel borgo di Nemi si trovava invece una gigantesca cisterna, utilizzata originariamente per raccogliere l’acqua potabile necessaria ai pellegrini che arrivavano ad omaggiare Diana ed Egeria, ma anche per servire la villa di Caligola o il gigantesco ninfeo di Nerone. In seguito, fu trasformata in una chiesa dedicata a San Michele. Le fonti storiche confermano che questo luogo fu la sede del I° papa della storia della cristianità, scelto da San Pietro in persona: papa Lino. La chiesa fu arricchita poi, nel corso dell’epoca bizantina, di straordinari affreschi, ancora oggi ben visibili ma, al momento, abbandonati, incustoditi e oggetto di atti vandalici.” Per info e prenotazioni, Lino Nicoletti: 335-5220442, www.forumcastelliromani.org oppure www.quartodellamandorla.it. Visita guidata euro 8. I soldi raccolti verranno utilizzati per recuperare altri sentieri.

Video recenti

Commenti ai video

Commenti   

 
0 #2 marble quartz 2015-04-07 02:26
Greetings! This is my 1st comment here so I just wanted to give a quick shout out and
say I really enjoy reading your posts. Can you suggest
any other blogs/websites/ forums that cover the same subjects?
Thanks!
Citazione
 
 
0 #1 Quartz classic 2015-04-07 01:25
Thank you for sharing your info. I truly appreciate your
efforts and I am waiting for your further write ups thank you once again.
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

© 2012  http://www.telecountrynews.it          

  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.           
Tutti i diritti riservati          
by  http://www.pclabgenzano.it