Compilation Maggio


Per favore attiva Java Script nel tuo broswere o usa un broswer diverso per vedere questo video. Puoi anche avere bisogno di questo: update your flash player.
Categoria: VideoEcoBalle | EcoBalle » 12am - Apr 17, 2014
Lunedì 14 e martedì 15 aprile, l’associazione “Salviamo i Castelli Romani”, in collaborazione con L’Ente Parco ed il Comune di Castel Gandolfo, ha organizzato una complessa operazione di recupero dei natanti (piccole barche, pedalò, etc) abbandonati, in alcuni casi da decenni interi, sulle martoriate sponde del lago Albano o affondati in acqua. Neanche il tempo di archiviare la pulizia straordinaria delle spiagge del lungolago di domenica 6 aprile, che una nuova ed importante iniziativa è stata promossa, con lo scopo di arginare quanto più possibile, all’inizio della stagione balneare, lo stato dilagante di degrado e sporcizia. Le attività di recupero delle imbarcazioni abbandonate, in alcuni casi molto complesse e pericolose, sono avvenute a titolo gratuito ed hanno richiesto la collaborazione, tra gli altri, di sub professionisti e di una decina di volontari. In particolare, l’Ente parco ha messo a disposizione un esperto motorista, Federico Bronzi, e la barca utilizzata quotidianamente a scopo turistico. Daniele Carducci, del ristorante “I Quadri”, ha garantito la disponibilità di una ruspa necessaria per la rimozione dei relitti dall’acqua mentre il Comune di Castel Gandolfo l’onere di un corretto smaltimento delle circa 30 imbarcazioni ripescate. La parola passa a Luca Nardi, presidente dell’Associazione Salviamo i Castelli Romani.

Video recenti

Commenti ai video

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

© 2012  http://www.telecountrynews.it          

  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.           
Tutti i diritti riservati          
by  http://www.pclabgenzano.it